Non metallic inclusion

Le inclusioni non metalliche (NMI) possono differire per dimensione, forma, concentrazione, distribuzione e composizione chimica. I metodi previsti per la loro analisi e valutazione sono diversi. Quelli che si basano sull’osservazione microscopica consentono di classificare le inclusioni in solfuri, ossidi e silicati grazie alla comparazione con microfotografie rappresentative e al ricorso a tabelle standard che sintetizzano una serie di configurazioni tipiche delle inclusioni. I diversi metodi prevedono la scansione microscopica totale o parziale della superficie del provino.

  • ASTM E45-13 – Metodo A, Worst Fields (accreditato)
  • ASTM E45-13 – Metodo D, Low Inclusion Content (accreditato)
  • UNI EN 3244: 1980, Metodo K
  • UNI EN 3244: 1980, Metodo M

Invia la tua richiesta
  • Nome e Cognome*
    0
  • Azienda*
    1
  • Email*
    2
  • Testo*
    3
  • Food*you like
    Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196 del 30 Giugno 2003.
    4
  • 5