L’analisi PMI (Positive Material Identification) consente di conoscere la composizione chimica del materiale. Questo tipo di controllo non compromette né danneggia il materiale che viene esaminato, per questo viene utilizzato soprattutto su componenti già installati o in esercizio tramite strumentazione portatile. L’analisi chimica può essere eseguita sia mediante spettrometri a fluorescenza di raggi X (XRF) che tramite spettrometri a emissione ottica (OES). Possono essere esaminate sia leghe ferrose che non ferrose. Il controllo può avere lo scopo di identificare un materiale o può servire a verificare che questi sia conforme a quanto contenuto negli standard normativi e nelle specifiche.

  • ASTM E 415-14: acciai al carbonio e basso legati
  • ASTM E 1086-14: acciai inossidabili austenitici

Invia la tua richiesta
  • Nome e Cognome*
    0
  • Azienda*
    1
  • Email*
    2
  • Testo*
    3
  • Food*you like
    Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196 del 30 Giugno 2003.
    4
  • 5